Home

 LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

Si comunica che le seguenti associazioni di categoria:
     CONFCOMMERCIO 
     ASSOCIAZIONE ALBERGATORI ELBANI
     F.A.I.T.A. Campeggiatori 
     CONFINDUSTRIA   
     CONFARTIGIANATO     
+   La Cooperativa ELBAFLY
hanno redatto un documento per richiamare l'attenzione delle istituzioni su specifiche tematiche, che devono trovare soluzione in tempi brevi e, alcune volte, anche senza grandi investimenti.
 
Il documento è stato inviato a:
     Presidente del Consiglio - On. Berlusconi
     Ministro Infrastrutture e Trasporti - On. Matteoli
     Ministro del Turismo – On. Brambilla
     Presidente Regione Toscana – Enrico Rossi
     Presidente Provincia di Livorno – Giorgio Kutufà
     Presidente Camera di Commercio Livorno – Roberto Nardi
 
L'enunciato rappresenta le più importanti ed urgenti questioni che investono attualmente il settore turistico del nostro territorio, ripercuotendosi negativamente sulle imprese e sul mondo economico locale.
Trasmettiamo di seguito una sintesi dei vari punti trattati nel documento, a fronte dei quali viene richiesto l'intervento delle autorità di governo, ai vari livelli istituzionali.
 
Collegamenti aerei A seguito delle note vicende giudiziarie, relative al bando di continuità territoriale con gli aeroporti di Pisa e Firenze, viene richiesta l'assegnazione provvisoria del collegamento ad altra compagnia, per non perdere ulteriore tempo. Si chiede inoltre che Elbafly -partecipata da rappresentanze economiche ed istituzionali locali- venga coinvolta nelle prossime politiche gestionali del nostro aeroporto, in quanto l'attuale amministrazione dello scalo opera in maniera avulsa dal territorio e priva di strategie commerciali e di sviluppo.
 
Collegamenti marittimiSi ribadisce l'importanza di un regime di libera concorrenza per assicurare tariffe congrue, in attesa che l'Autorità Garante dell'antitrust si esprima sul ricorso presentato dall'Associazione Albergatori e sostenuto da altre associazioni di categoria. Viene altressì sottolineato come le procedure di affidamento di Toremar debbano rispondere a criteri di salvaguardia della continuità territoriale per tutto l'anno, e debbano rappresentare garanzia per la qualità del servizio e per i livelli occupazionali.
 
Turismo Alla luce della recente approvazione del Codice di Riforma del Turismo, vista l'altissima vocazione dell'Elba e dell'Arcipelago Toscano in tale settore, viene richiesta la costituzione di un Distretto Turistico di qualità. Ciò, al fine di consentire un rilancio del territorio, con la possibilità di far ripartire gli investimenti per la riqualificazione delle nostre imprese turistiche e per poter puntare ad un allungamento della stagione.
Viene inoltre rimarcata la preoccupazione per l'imminente soppressione dell'APT, che fino ad ora ha rappresentato il fulcro per la promozione turistica e l'accoglienza.
 
Occupazione, sviluppo economico ed incentivi per i giovani – Viene richiesta una Legge Speciale a tutela delle nostre isole -che vivono forti criticità rispetto alla terra ferma- e l'inserimento dell'Elba nella Banca del Sud, a sostegno delle imprese che vi operano. Vengono evidenziate le scarse prospettive di lavoro sull'isola per i nostri giovani laureati, e la contestuale possibilità di diversificare i settori economici per assicurare occupazione tutto l'anno, con alcune indicazioni specifiche. Si chiede inoltre l'adozione di strumenti legislativi che favoriscano il più possibile l'affidamento di lavori e forniture di servizi e merci, da parte degli enti pubblici, alle imprese locali, prevedendo regimi di subappalto e frazionamento delle gare per consentire la partecipazione anche alle piccole attività. Ciò per colmare il gap dovuto alla ristrettezza del mercato sul quale i soggetti imprenditoriali elbani si trovano ad operare.
 
Viene inoltre fatto un brevissimo accenno ai problemi dell'Ospedale Civile di Portoferraio, che tuttavia necessita di un capitolo a parte.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 27 Luglio 2011 10:50)

 
Banner