Elettrodotto Terna

CLAMOROSO ANNUNCIO DI CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI E ALBERGATORI: "CHIEDIAMO AGLI ASSOCIATI 2 ORE DI CHIUSURA NEL GIORNO DEL CORTEO PER EVIDENZIARE TUTTO IL NOSTRO DISSENSO PER IL PROGETTO DI TERNA"
Stavolta si fa sul serio: dopo la manifestazione, la serrata. L'ultima iniziativa di protesta contro i tralicci dell'elettrodotto Terna la annunciano le categorie economiche: Confcommercio, Confesercenti e associazione Albergatori: "Il 9 Febbraio - dicono i responsabili delle associazioni, Franca Rosso per Confcommercio, Marcello Bargellini e Mauro Quercioli per Confesercenti e Massimo De Ferrari per gli Albergatori - serrata di protesta al progetto Terna. Abbiamo poco tempo, ma crediamo possa ancora essere sufficiente per evidenziare le ragioni che ci spingono a questo dissenso, non possiamo veder mettere in opera il progetto di Terna che è stato fortemente criticato sin da quando è diventato di dominio pubblico; l’elettrodotto va contro ogni principio di buon senso, di rispetto dell’ambiente, della salute dei suoi abitanti e rappresenta una ferita insanabile al territorio".

"Le categorie economiche - aggiungono - rimarcano con forza che il futuro della nostra isola deve essere tutelato, rispettato e condiviso, per questo esprimiamo il nostro dissenso al proseguimento dell’opera. Martedì 9 febbraio, in concomitanza con la manifestazione indetta contro il progetto di Terna, chiediamo a tutti gli esercenti di fare due ore di chiusura delle attività dalle
10 alle 12 per evidenziare tutto il nostro dissenso".

 

Ultimo aggiornamento (Lunedì 15 Febbraio 2010 22:30)